il mutuo 100 casa

Il mutuo 100 casa

Nel linguaggio bancario si usa l’espressione “mutuo 100 casa” per indicare quel tipo di finanziamento che copre il 100 per cento del valore della casa. Si tratta di un tipo di mutuo immobiliare a cui le banche hanno fatto largamente ricorso in un recente passato, poi in seguito alla stretta creditizia conseguente alla crisi economica del 2008, molti istituti di credito hanno deciso di erogare con maggiore attenzione i mutui 100 casa preferendo concedere quelli ipotecari che non superano l’80 per cento del valore dell’immobile.
Ammettendo che un aspirante mutuatario riesca ad ottenere un mutuo che finanzi il 100 per cento della somma necessaria all’acquisto di una casa, quali sono gli aspetti da tenere in considerazione per evitare che il prestito diventi eccessivamente oneroso?

Intanto bisogna valutare bene un aspetto che spesso sulla carta neppure le banche sono in grado di soppesare nel dovuto modo quando analizzano il profilo economico del richiedente e questo aspetto riguarda il fattore età.
Facciamo un esempio concreto che permette di capire cosa significa valutare la propria età in modo obiettivo: in molte città il costo degli affitti rende più conveniente comprare una casa ricorrendo ad un mutuo immobiliare, tuttavia spesso accade che la rata di rimborso del mutuo sia più onerosa rispetto al canone d’affitto pagato sino a quel momento il che si traduce per il mutuatario in un peggioramento della sua qualità di vita, inoltre un mutuo che copre il 100% del valore della casa ha in genere una durata lunghissima che in alcuni casi potrebbe arrivare a 30 anni.

il mutuo 100 casa

Accendere un mutuo 100 casa trentennale a 25 anni potrebbe avere una logica rispetto alle aspettative di vita, mentre sottoscrivere un mutuo siffatto a 45 anni significa doversi assumere un impegno gravoso per il resto della vita . Le banche fissano il limite di 75 anni per quanto riguarda il termine massimo di fine pagamento del rimborso del prestito, in altre parole l’ultima rata da rimborsare non deve andare oltre questa età. Tuttavia è il richiedente che deve valutare con attenzione se il mutuo richiesto è su misura per lui oppure no; in un arco temporale così lungo possono accadere molti eventi tra cui anche la perdita del posto di lavoro, per affrontare con meno preoccupazioni il rimborso è pertanto consigliabile sottoscrivere una polizza assicurativa che copre anche dal rischio della perdita del lavoro sapendo però che, se si dovesse verificare questa eventualità, le rate abbuonate solitamente non superano il numero di 12.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *